Sistema CIA
26.01.2016

NUOVO REGIME PER LE AUTORIZZAZIONI DI NUOVI IMPIANTI VIGNETI

leggi »
09.04.2015

Servizio civile nazionale

leggi »
vedi tutti »»





02.12.2010

“LEGGE DI STABILITA’” VERSO L’APPROVAZIONE DEFINITIVA

“LEGGE DI STABILITA’” VERSO L’APPROVAZIONE DEFINITIVA

La Camera ha dato il via libera alla legge di stabilità, la vecchia finanziaria. I voti a favore sono stati 303, i voti contrari 250, le astensioni 2. Il provvedimento era partito come una semplice ratifica contabile di tabelle legate alla manovra del luglio scorso, ma poi è stato "arricchito" da un maxiemendamento del governo che ha inserito in anticipo quanto era destinato ad un decreto per lo sviluppo da varare successivamente.
Dalla prossima settimana il provvedimento sarà all’esame del Senato, dove si punta ad approvarlo in via definitiva entro i primi dieci giorni di dicembre, come richiesto dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, prima di affrontare la crisi politica attraverso i due voti di fiducia che Palazzo Madama e Montecitorio hanno calendarizzato in contemporanea per il prossimo 14 dicembre.
Dopo l'approvazione del maxiemendamento in commissione Bilancio e le modifiche in aula, il provvedimento contiene nuovi interventi di spesa per oltre 5,8 miliardi di euro sul 2011.

Ecco una sintesi delle principali misure.
PPC. La disposizione rende permanenti le agevolazioni individuate dal comma 4-bis dell’articolo 2 del Dl 195/2009 in favore della piccola proprietà contadina, la cui applicazione era finora prevista fino al 31 dicembre 2010 (termine ora soppresso).
Agevolazioni contributive in agricoltura. Confermata a regime dal 1° agosto 2010 la rideterminazione delle agevolazioni contributive per i datori di lavoro agricoli di zone svantaggiate o particolarmente svantaggiate. Viene quantificato in 86 milioni per il 2010 l’onere della rideterminazione delle agevolazioni contributive del settore agricolo.
Detrazione del 55%. Prorogata la detrazione al 55% sulla riqualificazione energetica degli edifici. Sarà concessa fino al 31/12/2011 ma verrà ripartita in 10 quote annuali di pari importo, (anziché in 5 quote, come previsto per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2010).
Il governo stima in termini di cassa un maggior gettito di 124,8 milioni nel 2011 e un costo in termini di minori imposte per 32,4 milioni nel 2012 e 292,8 milioni nel 2013. Con questo maggiore gettito verrà finanziato il Fondo per l’autotrasporto.
Accertamenti fiscali, ravvedimento. Si ampliano i poteri degli uffici periferici del Fisco e quelli degli uffici dell’amministrazione finanziaria in tema di accertamento parziale. Arriva poi una stretta sulle sanzioni:
a decorrere dal 1 febbraio 2011, vengono elevate da un quarto a un terzo del minimo previsto per legge, le sanzioni amministrative applicabili nel caso di accertamento con adesione riferito alle imposte sui redditi, all’Iva, e alle altre imposte indirette. Sono innalzate (in egual misura) le multe in caso di rinuncia a impugnare l’avviso di accertamento o liquidazione o di formulare istanza di accertamento con adesione. Crescono anche le sanzioni pecuniarie dovute alle diverse ipotesi di ravvedimento operoso. Infine in tema di conciliazione giudiziaria di una controversia tributaria: si innalzano le sanzioni da un terzo al 40% delle somme irrogabili in rapporto dell’ammontare del tributo conciliato.
Detrazione fiscale per carichi di famiglia per non residenti. Viene prorogata per il 2011 la detrazione fiscale per carichi di famiglia in favore dei soggetti non residenti. Viene anche stabilito che il beneficio non rileva ai fini della determinazione dell’acconto d’imposta sul reddito delle persone fisiche da versare per l’anno 2012.
Detassazione premi produttività. Viene prorogata al 2011 la detassazione dei premi di produttività, in base al quale il lavoratore dipendente può optare per l’applicazione di un’imposta sostitutiva (10%) in luogo dell’Irpef e relative addizionali, per redditi fino a 40.000 euro (35.000 nel 2010) e comunque su un ammontare non superiore a 6mila euro. Costo dell'operazione 835 milioni di euro.
Aliquote contributive. Abrogato il comma 10 dell’art. 1 della legge 247/2007 che prevedeva, a decorrere dal 2011, l’innalzamento di 0,09 punti percentuali dalle aliquote contributive di finanziamento relative all’Assicurazione generale obbligatoria e alle sue forme sostitutive ed esclusive, con riferimento agli iscritti lavoratori dipendenti e per la quota a carico dei medesimi lavoratori; alle gestioni pensionistiche degli artigiani, degli esercenti attività commerciali e dei coltivatori diretti, mezzadri e coloni iscritti alle rispettive gestioni speciali dell’Inps; alla gestione separata Inps di cui all'articolo 2, comma 26, della legge 335/1995. Si prevede che, sempre a decorrere dal 1 gennaio 2011, le aliquote contributive per il computo delle prestazioni pensionistiche siano incrementate in misura corrispondente alle aliquote di finanziamento (cioè la quota della retribuzione lorda che viene versata sotto forma di contributo obbligatorio).
Ticket. Alla sospensione dei ticket da 10 euro su visite specialistiche e diagnostiche nei primi cinque mesi del 2011 vanno 347,5 milioni.
5xmille. Al cinque per mille vanno 100 milioni (anziché 400 come nel 2010) mentre all'editoria 135 milioni in totale.
Contratti di leasing immobiliare. Ai contratti in corso al 1 gennaio 2011, viene previsto il versamento, in unica soluzione, entro il 31 marzo 2011, di un’imposta sostitutiva delle imposte ipotecaria e catastale, con modalità che verranno fissate con Provvedimento del Direttore dell`Agenzia delle Entrate, da emanare entro il 31 dicembre 2010. Inoltre, per i contratti che verranno stipulati a partire dalla data di entrata in vigore della Legge di Stabilità (1 gennaio 2011), si perverrà ad un’equiparazione tra cessione di immobili strumentali ed acquisizione in leasing degli stessi, che saranno soggetti entrambi all’applicazione delle imposte ipotecaria e catastale pari al 4%.
Iva su cessioni di abitazioni effettuate dalle imprese “costruttrici” o “ristrutturatrici” entro 5 anni (anziché 4) dall`ultimazione dei lavori di costruzione o di ristrutturazione (art.1, comma 86).
Tale disposizione, interviene sull`attuale regime IVA applicabile alle cessioni di immobili residenziali (art.10, comma 1, n.8-bis, D.P.R. 633/1972), prolungando di un anno (da 4 a 5) il termine che consente alle imprese di cedere le abitazioni costruite o ristrutturate, assoggettando ad IVA l`operazione. Pertanto, le imprese per le quali sia già scaduto il quarto anno dall`ultimazione dei lavori, ma non il quinto, potranno, dal 1 gennaio 2011, cedere le abitazioni realizzate in regime IVA, non soggiacendo all’obbligo di restituzione parziale dell’IVA detratta in sede di costruzione, nè alle limitazioni sul diritto alla detrazione dell’IVA sull’attività generale (cd. “pro-rata”).
Ammortizzatori sociali. Arriva un miliardo per il fondo sociale di occupazione, che servirà a finanziare la cassa integrazione ordinaria e in deroga. Altre risorse vanno alla proroga del trattamento di integrazione salariale per i contratti di solidarietà e alla mobilità per i lavoratori che ne sono sprovvisti.
Fondi a Regioni e Comuni. Stanziati 425 milioni per il trasporto pubblico locale a favore delle regioni. Ai governatori andranno anche i residui non utilizzati del Fondo per l'occupazione. Ammorbidito il Patto di stabilità interno per i comuni, che offre ora margini sui saldi per 470 milioni. Altri 344 milioni sono previsti nel disegno di legge bilancio a titolo di rimborso dell'Ici 2008. Da ultimo, arriva per i comuni virtuosi un fondo da 60 milioni in capo al Tesoro che servirà ad agevolare i pagamenti alle imprese.
Università pubblica. Il fondo per il finanziamento ordinario dell'Università viene incrementato di 800 milioni (500 milioni dal 2012). Al Fondo di intervento integrativo per i prestiti d'onore e le borse di studio vanno 100 milioni.
Arriva anche un credito di imposta a favore delle imprese che affidano attività di ricerca o sviluppo alle Università, per il quale è previsto un finanziamento di 100 milioni.
Scuole private. Il governo destina 245 milioni nel 2011 alle scuole non statali, altri 25 milioni alle Università private.
Missioni di pace. Alle missioni internazionali di pace vanno 750 milioni, il fabbisogno necessario a coprire il primo semestre.
Sclerosi amiotrofica. Per i malati di sclerosi amiotrofica laterale sono previsti 100 milioni. Il governo destina inoltre 400 milioni all'autotrasporto.
Copertura. Una delle principali voci di copertura viene dal Fondo per gli interventi strutturali di politica economica pari a 1,75 miliardi di euro circa solo nel 2011. D'all'asta per le frequenze del digitale terrestre dovranno venire invece , in teoria, 2,4 miliardi di euro. L'asta riguarderà le frequenze della banda 790-862 MHz e altre «eventualmente disponibili», che saranno assegnate alle comunicazioni mobili in banda larga entro il 2012. Gli introiti dovranno essere versati allo Stato entro il 30 settembre 2011. Nel caso in cui il governo incassi meno di quanto stimato, il ministero dell'Economia coprirà la differenza riducendo per decreto le missioni di spesa di ciascun ministero. La lotta all'evasione fiscale contribuisce invece a finanziare il ddl stabilità per 610 milioni. La riduzione dello sconto per chi aderisce al ravvedimento operoso o alle varie altre forme di conciliazione con il fisco vale 490 milioni. Il potenziamento dell'accertamento parziale porta altri 120 milioni. Tra 352 e 460 milioni vengono raccolti dal settore dei giochi. Il giro di vite prevede forti sanzioni per chi evade le tasse (tra il 120 e il 250% della maggiore imposta evasa), un nuovo piano di controlli da parte dei Monopoli di Stato e multe a chi fa giocare i minori. In totale, il pacchetto assicura tra 962 milioni e 1,07 miliardi di euro. Arriva inoltre dal 2011 un'imposta sostitutiva su tutte le attività di locazione finanziaria di immobili al posto del versamento in un'unica soluzione delle imposte ipotecaria e catastale. Per i nuovi contratti, il provvedimento prevede un anticipo del pagamento delle imposte che attualmente vengono pagate metà all'acquisto dell'immobile e metà al momento del riscatto. Nei tre anni fino al 2013 la nuova disciplina fiscale dovrebbe produrre un gettito pari a 677 milioni di euro.


scarica file »

« torna all'elenco





www.ciaveneto.it





Agricoltura e vita | CAF | INAC | CAA | Turismo Verde | AIEL | AGIA | Donne in Campo | ANP | ©2008 CIA Treviso | P.iva 03013650266 | cia.treviso@ciatreviso.it